Ricordati di me?

GoDaddy si ricorda di me

Sono pessimo con i nomi. Vorrei poter installare il tuo cookie nel mio cervello così ogni volta che ti vedo in pubblico mi ricorda. Suppongo che sia uno dei modi in cui i computer sono più "intelligenti" degli umani. Ma, a causa di questa mia lampante debolezza, sono molto impressionato quando gli altri possono ricordarsi così facilmente di me dopo un solo incontro casuale. È un'abilità. Sai cosa non mi impressiona: quando le persone fingono. Questo è fin troppo comune nella mia chiesa, dove tutti indossano etichette con il nome. Ovviamente, con 700 persone presenti, ci sono molte brevi occhiate al mio petto prima di riprendere il contatto visivo e dire: "Ciao, Nick!" con un sorriso dipinto. Non sono impressionato.

Ora, con i suddetti limiti della mente umana, è perfettamente scusabile che i miei compagni di congregazione non ricordino il mio nome. Allora cosa non è scusabile? Quando un computer non può. La tecnologia è fin troppo facile da impiegare per ricordare alle persone che i siti web falliscono. Tuttavia, molti lo fanno ancora. E, quel che è peggio, è che in realtà è ancora di più frustrante quando un sito web non riesce a ricordarmi davvero di quando una persona non può.

Per prima cosa, prendi l'host preferito di tutti (o, almeno, ospita spot pubblicitari) Vai papàGoDaddy si ricorda di meSono un cliente GoDaddy. Lo sono da anni. E che bello da parte loro ricordare il mio nome quando visito. Ogni volta che inizio una nuova sessione su GoDaddy.com, vengo accolto con "Benvenuto, Nicholas". Mi dicono persino che ho alcuni domini in scadenza e offrono alcune offerte che (presumo) siano state selezionate in base al mio comportamento di acquisto.

Bel lavoro ... quasi. È vero, si sono ricordati del mio nome. Ma di conseguenza non mi trattano in modo diverso. In realtà ho scritto a GoDaddy con questo reclamo: quando mi presento, mi tratti come se non fossi un cliente. La navigazione è tutta contenuta in prevendita. Se voglio accedere ai miei domini, ai miei siti ospitati, al mio account, ecc., Indovina cosa devo fare: fai clic sul link "non tu" e accedi di nuovo. Che, a proposito, non mostra un nuovo modulo di accesso sulla stessa pagina. No, è un collegamento ipertestuale in tempo reale a una nuova pagina che deve essere caricata.

Ora posso apprezzare la necessità di proteggere le informazioni che richiedono un accesso. E, in effetti, sono contento che lo facciano. Tuttavia, LinkedIn è riuscito a trovare un modo magistrale per ricordarti -veramente ricordandoti, e allo stesso tempo proteggendo ciò che deve essere protetto dietro il login.

Quando arrivo su LinkedIn.com, posso vedere tutto quello che mi aspetto di vedere visto che sono un utente registrato e loro infatti si ricordano di me. Posso navigare senza interruzioni. Non è un falso ricordo. Tuttavia, se tento di pubblicare, aggiornare o modificare qualsiasi dato, mi interrompono con un rapido dialogo di accesso, che in realtà ricorda il mio nome utente. Quindi, solo un campo veloce da compilare, premi invio e continuo senza problemi.

Ho lavorato anche per migliorare il ricordo dei miei clienti. Alla mia sito web, ci proponiamo di ricordare i clienti da molto tempo. Seleziona la casella e ricorderemo le tue credenziali di accesso per te. Ma di recente ho imparato un nuovo trucco dal mio amico Mack Earnhardt che potresti voler impiegare. Se la sessione di qualcuno scade o se visita un collegamento che richiede prima l'accesso, prima di espellerlo alla schermata di accesso, memorizza una variabile di sessione con la destinazione che stava cercando. Quindi, dopo aver effettuato l'accesso con successo, vengono reindirizzati esattamente dove volevano andare. (Grazie, Mack)

Il modo migliore per sapere come impostare il tuo sito per ricordare i visitatori è essere tu stesso un visitatore frequente. Usa il sito come farebbero i tuoi clienti, guarda cosa funziona e cosa no. Non riesco a immaginare che lo staff di GoDaddy utilizzi effettivamente il proprio sito Web per gestire il proprio dominio, probabilmente il motivo per cui il loro processo frustrante è passato inosservato. LinkedIn, d'altra parte, è probabilmente molto attivo con il proprio strumento. Vesti nei panni dei tuoi clienti? Ricorda cosa si prova a sentirsi dimenticati.

Commenti

  1. 1
  2. 2
  3. 3

    Il problema con i loro è che possono fondamentalmente prendere il tuo dominio senza alcuna documentazione legale. Leggi nodaddy.com per alcune delle storie dell'orrore sulle aziende che hanno perso il loro nome di dominio senza motivo.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.