Ecco come condividi i contenuti sui social media

Share

Se vuoi davvero massimizzare la tua portata su Facebook e Google+ quando condividi contenuti, non guardare oltre il nostro cliente, Elenco di Angie. Molte persone (come noi) spingono i nostri contenuti sui social media utilizzando un file serie di applicazioni editoriali piace HootSuite o Buffer.

Il problema è che i nostri articoli vengono visualizzati su Facebook e Google+ con una portata minima. Non troppe condivisioni, non troppi dialoghi. Stiamo utilizzando una terza parte per pubblicarli, quindi sappiamo che Edgerank sta già riducendo la nostra visibilità. Gli articoli pubblicati hanno questo aspetto:

Ora dai un'occhiata Elenco di Angie e come pubblicano i loro articoli:

23 condivisioni, 32 Mi piace e 9 commenti sull'argomento, Come scegliere il colore giusto per le tegole! Gente ... non è esattamente un argomento incredibilmente affascinante che il mondo stava aspettando, vero?

La differenza tra il nostro metodo di condivisione e il loro è che forniscono una foto molto bella e la caricano con un breve collegamento al loro articolo. Si tratta di un processo manuale e richiede tempo aggiuntivo per lo sviluppo della grafica e il caricamento manuale ... ma in questo modo centinaia, se non migliaia di persone vedono l'articolo in più.

Le immagini vengono visualizzate sull'intera larghezza del flusso, un'enorme differenza rispetto alla piccola miniatura che accompagna altri articoli. Mentre le persone stanno scorrendo i loro stream su Facebook e Google+, si divertono con il testo, possono catturare una o due anteprime degli articoli, ma i loro occhi non possono perdere queste immagini di grandi dimensioni! Google+ li pubblica a quasi tutta la larghezza del browser!

Potresti pensare di sviluppare una sorta di modello in Illustrator di Photoshop per creare facilmente queste immagini da pubblicare ... funzionano davvero!

Commenti

  1. 1
  2. 2

    Grazie per il post, Douglas. C'è una grande differenza tra i due approcci e posso vedere come Angie avrebbe avuto più successo.

  3. 3

    Ehi Douglas, adoro questo post e grazie per il grido per il mio articolo su G +. È fantastico vedere esempi di casi reali di marchi che utilizzano immagini e ottengono successo con esse. Sono totalmente d'accordo. Anch'io adoro Buffer, ma mi prendo anche il tempo per caricare le immagini per i post più importanti, in particolare su G + e Facebook. La differenza tra un'immagine collegata o caricata su G + è enorme, di sicuro!

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.