Sei davvero un consulente di social media?

Consulente di social media

Ieri sera ho avuto l'incredibile opportunità di incontrare e ascoltare il tre volte vincitore della 500 Miglia di Indianapolis, Helio Castroneves. Sono stato ospite di co-host e performance coach David Gorsage, che ha chiesto se fornissi aggiornamenti sui social media durante l'evento. Mentre organizzavo hashtag, seguivo gli sponsor e conoscevo i VIP nella stanza, un professionista delle corse si è avvicinato silenziosamente e ha chiesto:

tu sei veramente un consulente di social media?

Il modo in cui l'ha chiesto mi ha colto di sorpresa ... come se lo stesse chiedendo, lo è è davvero una cosa? Peggio è stata la mia reazione. Ero un po 'offeso. Non che si chiedesse se i social media fossero o meno un canale di marketing praticabile ... di cui pensava che fossi uno quelli consulenti di social media. Gli ho fatto sapere che ero un consulente di marketing con background sia nei media tradizionali che digitali, con la passione per i risultati crescenti per le aziende B2B e SaaS.

Ha condiviso una storia di come la sua azienda aveva assunto un consulente di social media alcuni anni fa a causa di tutto il brusio che stava succedendo con i social media. Ha detto che la persona ha svolto un lavoro meraviglioso sui social media, ma in realtà non ha mai comportato una spesa aziendale giustificata. Ha detto che alla fine hanno lasciato andare la persona perché sarebbero stati sconvolti dalla richiesta di convalidare il ROI con il mezzo. Si chiese se fosse mai successo.

Dovevo stare molto attento con la mia risposta. Credo nel social media marketing, ma onestamente non lo è my vai al canale quando lavoro con un cliente sulle strategie di acquisizione - la ricerca lo è. Sebbene ciò sia molto probabilmente dovuto ai settori con cui lavoro, è anche una questione di dove sono la mia pratica e la mia esperienza. Adoro condividere e interagire ogni giorno tramite i social media, ma non lo considero onestamente un canale di acquisizione, anche nella mia azienda.

Detto questo, conosco molti consulenti di social media che eseguono campagne misurabili, creano consapevolezza e fanno anche un ottimo lavoro nell'acquisizione di clienti online. L'ho detto chiaramente al signore con cui stavo parlando, ma non credo che sia una soluzione per ogni azienda. Penso che i social media possano portare valore a un'organizzazione anche al di fuori dell'acquisizione diretta:

  • Controllo il tuo marchio e i tuoi concorrenti online per identificare problemi e opportunità nel tuo settore. C'è una grande quantità di informazioni a cui le aziende dovevano assumere statistici di sondaggi e sondaggi per avere accesso. Ora è spesso disponibile nella maggior parte delle piattaforme social. Amiamo Agorapulse - per cui sono ambasciatore del marchio.
  • Successo del cliente è un altro punto di forza dei social media. Se disponi di un team reattivo e disponibile per il successo dei clienti in grado di trovare soluzioni per i clienti potenziali ed esistenti, i social media possono essere un ottimo canale per creare fiducia e fidelizzare i clienti.
  • Consapevolezza è una strategia difficile su cui misurare il ROI, ma è un'ottima funzione di una solida strategia sui social media. Tuttavia, è un altro che richiede talento. Far sentire la voce del tuo marchio e diffonderla tra le masse non è facile, ma può essere conveniente. Ad un certo punto, se la concorrenza ti sta schiacciando ... devi essere in grado di misurare se i potenziali clienti sanno o meno che la tua attività è un'opzione.
  • Fidati è un altro vantaggio dei social media difficile da misurare. Posso fare una ricerca online e trovare un prodotto o un servizio che desidero acquistare ... ma poi passerò a un gruppo LinkedIn o Facebook di professionisti e chiederò le loro opinioni. Se vedo molti aspetti negativi là fuori, di solito passo all'opzione successiva. Avere fan entusiasti che condividono un sacco di quanto è grande la tua azienda online potrebbe non essere l'unico responsabile della decisione di acquisto, ma può aiutare.

Gli ho fatto sapere che, sebbene non fossi un consulente di social media a tempo pieno, non ho mai ignorato i social media con nessun cliente. Spesso integravo strumenti per pubblicare e condividere automaticamente informazioni di qualità online con il pubblico e creavo meccanismi di feedback a cui le aziende potevano rispondere. L'ho fatto perché non potevo giustificare la spesa di un consulente di social media a tempo pieno, ma i miei clienti si sono comunque resi conto del bene che poteva venire dai social media.

E gli ho consigliato che la sua azienda potrebbe non aver trovato il consulente giusto per assisterli. Penso che un grande consulente di social media possa giustificare la spesa di questo mezzo ... e se non possono, saranno onesti su come potrebbe essere utilizzato senza le spese di un esperto mirato.

Nelle corse, dove c'è pochissima separazione tra fan e piloti, penso che il social media marketing dovrebbero essere redditizio con la prova del ROI. I fan delle corse hanno un'affinità con i marchi che sponsorizzano i loro piloti, a differenza di qualsiasi altro sport. Condividere questi marchi tramite i social media, fornendo al contempo una backdoor alla vita del conducente è un'opportunità incredibile. Coordinati con i tuoi sponsor e misura la consapevolezza e il comportamento di acquisto dei fan! Parlando con lui, non sembrava che quello fosse l'obiettivo del loro consulente. Forse un'occasione persa.

Penso di aver cambiato idea sul canale ... e così facendo, ho cambiato la mia opinione sul termine consulente di social media come pure.

 

 

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.