Le bugie malvagie che i guru dei social media tessono

33207643 s

Questo è uno sproloquio. Bugie, bugie, bugie. Sono così stanco di sentire tutte le stronzate che i "guru" dei social media dicono ai clienti. La scorsa notte ho fatto un Twitter ha spiegato formazione con Linda Fitzgerald e il suo gruppo, Affiliated Women International. Il gruppo è composto da donne d'affari esperte e autorizzate. Nelle loro parole:

La nostra visione è di "dare potere alle donne in tutto il mondo". La missione è arricchire, incoraggiare ed equipaggiare le donne in un modo che porta all'empowerment.

Per la prima metà dell'incontro, ho dovuto sfatare alcune delle bugie che erano state dette al gruppo. Non è la prima volta Mi richiede di riportare tutti indietro di un passo e di calmarli davvero. I social media possono intimidire, ma non è necessario.

I siti di social media non vengono forniti con manuali di istruzioni.

Il motivo è che ogni persona misura i benefici, lo scopo, le simpatie e le antipatie in modo diverso. I social media danno potere all'utente ... puoi leggere o non leggere, seguire o smettere di seguire, iscriverti o cancellarti, iscriverti o abbandonare ... dipende da te. Non spetta a qualcuno che si definisce un'industria esperto ma non ha mai attuato una strategia di branding e marketing a lungo termine nella sua vita.

  • Non dirmi che non dovrei usare i messaggi diretti automatici su Twitter. Ho aggiunto oltre 500 abbonati al feed RSS del mio blog. Ho oltre 30,000 follower su Twitter. Le persone non smettono di seguire a causa del DM automobilistico. Non mi importa se non ti piace. Non devi seguirmi. O semplicemente rinunciarvi!
  • Non dirmi che non posso vendere sul mio blog. Posso e vendo sul mio blog. Ovviamente modifico la mia formulazione e ottengo i migliori risultati quando vendo soft e provo prima la mia autorità e competenza. So cosa sto facendo. Nella mia azienda, il mio blog ha il maggior numero di conversioni di qualsiasi dipendente.
  • Non dirmi che devo pubblicare video su Youtube. Realizzo video per fornire una visione personale della mia personalità e in modo che le persone mi conoscano visivamente, non solo nel testo. Penso che sia importante, ma non è la chiave del mio successo. Preferirei che un cliente a disagio con il video lo evitasse piuttosto che lo facesse male.
  • Non dirmi di non fare pubblicità ... ovunque. Ho un blog di successo con migliaia di visitatori al giorno, migliaia di abbonati, migliaia di follower e ricevo impegni per parlare (uno a una conferenza internazionale in arrivo a Las Vegas ... ne parleremo presto), consulenze, opportunità di programmazione e Sono nel consiglio di amministrazione di 2 startup. Le piccole linee doppie sui miei post non sembrano trattenermi. Non ho intenzione di scusarmi per aver guadagnato qualche centinaio di dollari al mese per le oltre cento ore che dedico alla settimana media.
  • Non dirmi che ne ho bisogno partecipare alla conversazione su Facebook. Non mi importa se fai affari su Facebook. L'ho provato. Non l'ho fatto. Quindi se automatizzo i feed dal mio blog e da Twitter e accedo una volta al mese, per me va bene. Facebook è la versione 20 di AOL ... o MySpace 3.0 ... certo ha i numeri e la crescita ... ma ci sarà qualcosa di meglio che arriverà. Ecco perché amo il web. Non ho intenzione di scommettere tutto il mio traffico, rete e relazioni su un social network ... Lo terrò sul mio blog che possiedo / gestisco / dirigo / backup / monitoraggio grazie mille.
  • Non dirmi che non posso inviare un'e-mail con un'immagine grande e nessun testo nella mia campagna di email marketing. L'ho fatto e ho ottenuto il più alto tasso di risposta di qualsiasi nostra campagna. Farsene una ragione.
  • Non dirmi di non imprecare. Evito il più possibile di imprecare online perché mi sento come se mancasse di rispetto al mio pubblico. Ma se vuoi imprecare, impreca via! Non devo leggerlo (anche se ho letto alcuni siti di successo che lo fanno). Scelgo semplicemente di non farlo.

Se vuoi eseguire il tuo file Guadagna velocemente schemi su Twitter. Fallo! Se ne trai profitto, buon per te. (Non ti seguirò né ti darò alcuna attenzione.) Se vuoi trovare il tuo prossimo incontro su Facebook, fallo. Se vuoi usare Twitter come motore di ricerca, Fallo! Lo uso come un ticker di notizie ... Adoro fare clic in modo casuale su un collegamento, partecipare alla conversazione, aiutare qualcuno o semplicemente cercare di indirizzare il traffico verso il mio blog con esso. Lasciami solo! Posso usarlo come voglio!

Quando partecipi a una presentazione, leggi un blog, osserva un webinar e altro guru inizia a parlare di twetiquette, e cosa dovresti o non dovresti fare ... il tuo rapporto tra follower e persone che segui, ecc., corri alla porta ... non camminare. Queste guru non hai idea di quale sia la tua attività, qual è il tuo settore, qual è la tua concorrenza, il tuo stile di vendita, come posizioni il tuo prodotto o qual è la tua personalità. Come possono forse dirti come usare i social media ?!

Condivido con il mio pubblico le strategie che ho provato, come misurare i risultati che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana per poi cosa ha funzionato / cosa no. Spiego le funzionalità e le caratteristiche degli strumenti a loro disposizione. Incoraggio i miei clienti e il pubblico a sperimentare. Incoraggio a misurare. Li incoraggio a fare uno sforzo sufficiente per essere certo che sia o meno un buon mezzo per te. Ciò che funziona per me potrebbe non funzionare per te ... e viceversa.

I social media non hanno un libro di regole.

Rendere il tuo regola mentre procedi ... assicurati solo di misurare mentre procedi. Puoi passare molto tempo a inseguire oggetti luccicanti senza alcun ritorno sull'investimento.

Commenti

  1. 1

    Mi piace il messaggio più grande che il tuo post tocca qui, ovvero che non ci sono regole. Oppure, se ci sono "regole" che a volte infrangerle può avere più successo che seguirle.

    Plaudo al messaggio di forgiare nuovi percorsi, non essere venditori di pecore.

  2. 2

    D: Qual è la differenza tra una regola e una buona idea?

    A: Una regola è solo qualcosa che le persone hanno inventato. Una buona idea è un vantaggio per molte persone, forse anche per tutti.

    Doug ha assolutamente ragione: non ci sono regole per i social media. Il mondo delle regole è offline, ma non ci sono laici, poliziotti o giudici che pattugliano il cyberspazio.

    Tuttavia, ci sono buone idee e idee tremendamente cattive. Un esempio di un'idea tremendamente cattiva è la diffamazione. Hai sentito della cosa orribile che Doug Karr ha fatto lo scorso fine settimana? Bene, perché l'ho appena inventato. Sputare bugie o diffamare un personaggio online potrebbe avere ripercussioni negative offline. Oltre a moderare questo commento, Doug potrebbe mandare Vinny in giro a rompere le mie rotule o farmi causa con una causa.

    I suggerimenti di Doug sono soprattutto idee tremendamente cattive? Non credo, ma non sono nemmeno convinto che siano tutti ottimi suggerimenti. Certo, puoi inviare un'e-mail che consiste esclusivamente in un'immagine e impressionare la maggior parte dei tuoi clienti. Ciò allontanerà anche coloro che sono ipovedenti. Per questo motivo, cerco personalmente di seguire la legge di Veen e di evitare di inserire una parola in un grafico. (Ma nemmeno io credo Flickr dovrebbe essere illegale. È sopra le righe.)

    Allo stesso modo, gli Auto-DM alieneranno solo una piccola percentuale di nuovi follower se tu già hanno Migliaia di follower. Non lo consiglierei se sei nuovo su Twitter perché prevedo che ostacolerà la tua crescita.

    Non ci sono regole per i social media. Ma ci sono buone idee e ne sto cercando alcune. Conosci qualcuno?

    @robbyslaughter

  3. 3

    Questo è geniale e molto vero. Spero che le persone che ascoltano / leggono prestino attenzione. Non ci sono regole quando si tratta di social media e social network. Ciò che funziona nel mio campo di istruzione potrebbe non funzionare per qualcun altro nel mondo della tecnologia. Roba fantastica.

  4. 4

    Sono d'accordo con il tuo post in generale. Le regole vengono costantemente riscritte. In effetti, non ci sono regole.

    Non esiste un unico modo per commercializzare su Internet.

    Esistono * best practice * per eseguire determinate operazioni su Internet. Ci sono modi giusti e modi sbagliati per distribuire una serie di video supportati da pubblicità (se vuoi avere successo, cioè), per esempio. C'è un modo giusto per monetizzare un blog se è principalmente una piattaforma giornalistica (quegli annunci a doppia riga possono creare un'apparenza di scorrettezza).

    * C'è * esperienza sui social media, perché alcuni di noi lo fanno da più di un decennio e hanno elaborato le migliori pratiche per compiti e obiettivi comuni.

    D'altra parte, anch'io molto spesso passo molto del mio tempo a seguire consigli cattivi con buoni perché qualche "esperto" ha stabilito la legge dopo aver letto tre mesi di Mashable e Techcrunch e ha deciso che dovevano diventare professionisti del settore .

    • 5

      Grazie Mark! Il tuo commento è sicuramente lo spirito con cui ho scritto questo post. Voglio semplicemente che le persone sappiano che questa tecnologia non dovrebbe intimidire, dovrebbe essere abilitante!

  5. 6

    "Il mondo delle regole è fuori linea, ma non ci sono {avvocati}, poliziotti o giudici che pattugliano il cyberspazio." Bene, ci sono davvero avvocati, poliziotti E giudici (questi ultimi sono più giudicanti di quelli del tribunale!), E la diffamazione e il DMCA sono solo alcune (ma le più importanti) usure nel cyberspazio.

    Non sono d'accordo con il termine "buone pratiche" usato come una forma più lieve o in qualche modo diversa del termine "regole", in quanto si tratta solo di un nuovo modo di dire "regole". Le migliori pratiche sono più applicate alla codifica delle pagine forse, ma non al contenuto (diverso da stile, grammatica e ortografia, e in tal caso Best Practices FTW, ma la grammatica dello stile e l'ortografia NON creano contenuto, ma semplicemente rendono il contenuto contestuale e comprensibile dovrebbe rimanere importante).

    Come vedi, ho stabilito delle regole qui, ma non regole su come impegnarsi nella progettazione o nell'approccio dei social media, quindi non lo farò.

  6. 7

    Post sul blog ben scritto, audace e onesto.

    Se le persone concordano o meno con il sentimento del post dipende da loro ma ...

    Questo è un importante post sul blog per la comunità più ampia. Assicurati di obbedire alle regole importanti:

    Offrire valore
    Connettiti e interagisci
    Essere sé stessi

    soprattutto: conosci il tuo cliente o target.

    Ottimo post. Continuate così.

    Il dibattito sul DM è buono e il post avrebbe potuto usare più ragionamenti nel tuo punto perché sei sbalorditivo ma devi sapere perché i nazisti DM sono pazzi

  7. 8

    Doug,

    Esattamente. Ad alcune persone piace posizionarsi come "leader di pensiero" pubblicando elenchi di cose da fare e da non fare. La verità è che siamo nella fase del selvaggio West dei social media e tutto va bene.

  8. 10

    Su auto-DM:

    Spiacenti, la funzione di DM automatico è spam, semplice e chiara. Perché dovresti voler automatizzare le comunicazioni in primo luogo? Mostra una mancanza di rispetto per le persone che ti seguono, imo. Hai ragione - non ci sono regole, tuttavia pensavo che come esperti di marketing collettivamente non avessimo tentato di inviare spam ad altri?

    Sulle imprecazioni:

    Attento incoraggiare le persone a imprecare - ricorda, non tutti sono nella posizione in cui ti trovi. Persone di livello inferiore possono perdere il lavoro o potenzialmente avere il loro futuro interrotto quando i datori di lavoro vedono che hanno imprecato in pubblico in precedenza. Usare il tatto va molto lontano.

    • 11

      Adamo,

      RE: Spam - L'unico modo per ottenere un DM automatico è se segui qualcuno ... è un consenso esplicito. Che tu apprezzi o meno il messaggio non significa che non hai dato alla persona il permesso di inviarti messaggi.

      In realtà apprezzo i DM automatici e non li vedo come SPAM. Mi piacerebbe saperne di più sulla persona che seguo e ottenere una risposta immediata del genere è fantastico. Non è difficile eliminarli.

      Re: Imprecazioni - Non stavo incoraggiando le persone a imprecare. In effetti, incoraggerei le persone a non farlo. Sto solo affermando che funziona per alcune persone e non sembra danneggiare il loro seguito. È solo una "regola" che non funziona per tutti (ma funziona per me).

      Doug

  9. 12

    Ingannami una volta, vergogna a te. Ingannami due volte, vergognami. Non partecipare alla conversazione significa che hai abbandonato la conversazione. Se vengo dal tuo blog, quello che possiedi / esegui / dirigi / fai il backup / e controlli, allora mi aspetto che la nostra conversazione prosegua lì e lì.

    Se imposti l'agenda e poi esci, non tornerò. Quello che farò, se rispetto il tuo lavoro, è portare i tuoi contenuti altrove e discuterne con altre persone impegnate nell'idea dell'analisi conviviale. Ciò che hai fornito potrebbe essere un'idea fertile, ma ciò che ci hai lasciato, se non partecipi più avanti, è solo un tratto incolto.

    • 13

      Ciao Christopher,

      Partecipo SEMPRE alla conversazione. Se qualcuno mi risponde su Plaxo, LinkedIn o Facebook, restituisco sempre il messaggio. Il punto è che non riesco a spendere molto tempo in quelle aree, quindi porto il messaggio ai miei follower lì. Se rispondono, rispondo. Semplicemente non li apprezzo come il MIO mezzo principale di networking.

      Grazie per aver aggiunto alla conversazione!

      Con molto rispetto.
      Doug

  10. 14

    Sheesh, Doug. Penso che qualcuno abbia tenuto le tue mutandine nell'asciugatrice per troppo tempo. Scherzi a parte, penso di essere d'accordo con te (leggilo solo una volta). Attenzione a tutti gli "esperti". Trova aiutanti.

  11. 15

    Post fantastico Doug! Le persone mi chiedono ogni giorno: 'Quali servizi dovrei usare per far crescere la mia attività? Come dovrei usarli? ' Non lo so!!! Devi prima guardare tante cose sulla tua attività. Non esiste assolutamente nessuna soluzione one-stop per la strategia sui social media.

    La cosa migliore che puoi fare è fare un piano usando alcune buone ipotesi basate sulle tue informazioni ed esperienze esistenti, eseguire il piano, misurare i risultati e buttare via ciò che non funziona (aumentando ciò che funziona, ovviamente).

  12. 16

    Buon dolore grazie per aver scritto questo. Sono d'accordo al 100%. Se vuoi evitare o prendere in giro o blackball o qualsiasi altra cosa perché non "mi metto in fila", fallo. Non devo seguire alcuna regola e sono perfettamente d'accordo con gli affari che faccio a modo mio. Mi infastidiscono però, in particolare a certi web cliques / tipi che (a me comunque) si comportano come lemming e la cui mossa dipende da ciò che dice qualche testa parlante.

    In conclusione, fai scelte consapevoli, ma ... pensa da solo.
    -Jim

  13. 17

    re: twitter auto follow - Non lo uso e ho circa 2500 follower. Con il passare del tempo, la velocità con cui sto guadagnando follower sembra aumentare e diventa sempre più difficile indirizzare ogni follower con qualcosa che assomigli a un "grazie" personale ... qualsiasi periodo di tempo lontano ei follower si accumulano, quindi Vedo un utilizzo per l'auto following. Non essere impersonale, ma può essere un esercizio che richiede tempo. Alla fine ci divertiremo l'un l'altro su Twitter. Se dovessi usare l'auto follow, probabilmente sarebbe solo per dire grazie e non "vendere" nulla ... solo un semplice grazie. Personalmente i DM auto "controlla il mio blog" mi infastidiscono. Un semplice ringraziamento no.
    -Jim

  14. 18

    Doug - Shhhh. Stai facendo uscire il gatto dalla borsa. Se le persone lo scopriranno, si renderanno conto che non c'è molto bisogno di un guru dei social media con meno conoscenza della loro area di competenza rispetto a un liceo. Potrebbero anche capire che la maggior parte di questi esperti è utile quanto i mercenari in "I vestiti nuovi dell'Imperatore".

    Oh, e per il ragazzo che dice che "le regole cambiano" questo non è SEO, dove in realtà esistono alcune regole vaporose. Nei social media non ci sono regole.

    • 19

      Ciao Mike!

      Costruire un piano di gioco e adottare un approccio strategico con un "buon" consulente può aiutare un'azienda a sfruttare appieno ogni mezzo, misurare accuratamente il risultato e risparmiare molto tempo. Non sto sostenendo di farlo da solo, sono solo contro quegli esperti che vendono qualche formula magica ... sappiamo tutti che non ce n'è una!

      Grazie!
      Doug

  15. 20

    Qualsiasi nuovo social media nella sua infanzia fornisce una via di fuga dai limiti e dai controlli formali. Può avere un ampio appeal e consente alle libertà di innovare da molti utenti, bisogni, personalità.

    Inevitabilmente, alcuni utenti cercheranno di "possedere" i nuovi media, di esprimere padronanza e competenza come mezzo per auto-esaltazione o profitto. Questo sembra essere il corso naturale di qualsiasi impresa umana.

    Personalmente, mi piace la prima fase anarchica in cui tutto sembra possibile: è come una tela bianca. Inevitabilmente, tuttavia, gli umani tornano a trovare conforto nella struttura e nei controlli.

  16. 21

    Ho trovato la libertà quando ho letto quello che hai scritto. All'inizio ero piuttosto timido nell'esplorare e provare cose nuove su Twitter. Stavo osservando. imparare dagli altri e semplicemente amare il dono di Twitter di poter condividere e imparare dagli altri.
    Poi una volta ho letto che non potevo pubblicare qualcosa di personale che stava accadendo nella mia vita. Onestamente ho trovato il tweeting come uno degli strumenti più efficaci che gli infermieri implementano sui nostri interventi e che è essere in grado di trasmettere ed esprimere ciò che stai subendo dentro di te. Aiuta semplicemente ad alleviare e alleviare i dolori e le pressioni della vita.
    È bello sapere che posso essere quello che sono. Posso esprimere le mie opinioni e il mio stile così com'è. Grazie per quella libertà, amala! Si!

    Grato,
    LADYwSENSE

  17. 22

    Rinfrescante per leggere le informazioni da una persona che sta facendo il lavoro. Come lo so? Perché ho l'esperienza di fare il e so che ha ragione.

    Punto chiave: usa i social media come preferisci. Se vuoi costruire un business utilizzando le risorse dei social media. Provaci e usa ciò che funziona. Ad esempio, Facebook ha funzionato per me. Continuo a usarlo e fa parte della nostra strategia di social media marketing che implementiamo per i clienti.

    Grazie per questa posizione ben articolata.

  18. 23

    Naturalmente, il pericolo in questo sproloquio Doug è che ti avvicini pericolosamente al dare cose e non sei te stesso, solo cose diverse e non sei quello degli altri ragazzi.

    Penso che il vero messaggio, e nella mia mente tu fai questo punto, è che non importa quale sia lo strumento, l'uso dovrebbe sempre essere dettato dal tuo mercato e dai tuoi obiettivi. Non c'è dubbio che il modo in cui alcune persone ti dicono che dovresti usare i social media è perfetto dal punto di vista dell'efficacia per alcuni. . . e i modi che stai suggerendo sono ovviamente azzeccati per te, e anche per gli altri, ma certamente non per tutti.

    Il vero pericolo è quando le persone iniziano a professare modi giusti e sbagliati di fare qualsiasi cosa - l'unico modo giusto, come fai notare, è quello che funziona per la tua situazione unica.

    i social media sono uno strumento, non è una religione!

    • 24

      Ciao John,

      Fai un grande punto - e penso che chiarisca ulteriormente il mio. Non voglio intimidire, voglio dare potere. Dare potere alle persone richiede che il consulente di social media sia in qualche modo imparziale, ma ben informato.

      Ad esempio, sono un grande fan di StumbleUpon, ma riconosco che si conforma più alle mie abitudini di navigazione e alla mia personalità di quanto non faccia Digg. Ciò non significa che i miei clienti dovrebbero abbandonare l'uso di Digg e saltare su StumbleUpon, comunque!

      Invece, spiego come ciascuna può essere utilizzata, le caratteristiche uniche, come si sono comportate in passato e incoraggio la persona a provarle ciascuna. Possiamo quindi misurare l'impatto dei loro sforzi e vedere quale avvantaggia (o anche se entrambi potrebbero!).

      Doug

  19. 25

    Sono d'accordo con tutto quello che hai scritto Doug, ho visto la stessa situazione qui in Australia.

    Penso che le regole che si applicano siano le regole della cortesia comune e dei modi basilari. Potrebbe essere sul web, ma ciò non significa che non debba essere educato e rispettoso

    Mark

  20. 26
  21. 27

    Non ci sono davvero regole per nessuno; canale, social, diretto / catalogo, email, web ... lo chiami. a parte le regole che FTC ha applicato. I risultati variano notevolmente in base al tuo pubblico, quindi capisci quali regole devi seguire per la tua attività.

  22. 28

    Non ci sono davvero regole per nessuno; canale, social, diretto / catalogo, email, web ... lo chiami. a parte le regole che FTC ha applicato. I risultati variano notevolmente in base al tuo pubblico, quindi capisci quali regole devi seguire per la tua attività.

  23. 29

    Non ci sono davvero regole per nessuno; canale, social, diretto / catalogo, email, web ... lo chiami. a parte le regole che FTC ha applicato. I risultati variano notevolmente in base al tuo pubblico, quindi capisci quali regole devi seguire per la tua attività.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.