La nostra responsabilità sociale nei social media

Logo Wibc 931FM

Logo Wibc 931FMChe ti piaccia o no, quando la tua azienda inizia a costruire un dialogo sui social media, hai una responsabilità. Hai la responsabilità nei confronti del tuo pubblico e della tua azienda di sostenere la qualità di quelle conversazioni. Odio visitare un importante media e non vedere altro che bugie, troll e spammer prendere il controllo di una pagina. Mi dice che l'aggiunta della mia voce al mix è di nessun valore all'organizzazione.

Sono stato intervistato questa settimana da WIBC, la stazione di notizie locale. L'argomento della conversazione è stato il voci terribili che il corpo della studentessa IU Lauren Spierer è stato trovato. Non era vero, ma la menzogna si diffuse a macchia d'olio.

[audio: https: //martech.zone/wp-content/uploads/2012/01/11812_afternoonnews_netrumorsspreading.mp3 | title = WIBC Internet Rumors]

È un peccato che le bugie si diffondano ... a volte anche più della verità. Se la tua azienda ha un blog con commenti, una pagina Facebook, un account Twitter o qualsiasi altro forum per i commenti generati dagli utenti, hai la responsabilità di moderare la conversazione lì. Hai una responsabilità non solo verso la tua azienda, ma anche verso il tuo pubblico.

Blocca e segnala lo spam inviato al tuo account Twitter (registrali in @spam). Non approvare contenuti palesemente falsi, dannosi o prepotenti. E sfida i problemi online che sono nel tuo migliore interesse, come qualcuno che critica falsamente la tua azienda. Che tu ci creda o no, le persone difenderanno un'azienda che si difende rettamente. E, se tutto il resto fallisce, disattiva i commenti. Meglio non conversare che fornire a qualche troller un mezzo per danneggiare la tua reputazione.

Nel caso di Lauren Spierer, il danno era ben oltre la reputazione di un'azienda. Come utente dei social media, spero che ti impegni a sfidare bugie, voci, troll e bullismo online. Un grande dibattito è una cosa ... ma diffondere odio e malcontento è qualcosa che nessuno di noi dovrebbe tollerare.

Ultima nota: Non ci credo censura governativa di incitamento all'odio o simili. Credo che quelle voci, per quanto disgustose, debbano essere sia ascoltate che osservate. Ma non succederà sulla mia proprietà e non dovrebbe accadere sulla tua.

Un commento

  1. 1

    La prima volta qui e mi sento fortunato!

    È successo a un paio di volte che gli autori del mio blog siano stati attaccati in modo molto offensivo da un lettore arrabbiato, moderare la conversazione è davvero importante in questo caso!

    Tieni alto il podcast Douglas, roba buona!

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.