Smetti di scrivere per i motori di ricerca

LettoriIl mio modello WordPress è ottimizzato per i motori di ricerca. Ho strutturato attentamente il mio modello dopo aver appreso alcuni suggerimenti da parecchie persone. Tutto, dai titoli delle pagine ai tag, è stato ottimizzato per spremere il più possibile da esso.

L'ottimizzazione del modello del mio blog funziona: praticamente il 50% dei miei visitatori proviene dai motori di ricerca, principalmente Google. Sebbene il mio blog sia ottimizzato per i motori di ricerca, SEO gli esperti noteranno che i miei post non lo sono.

Non ripeto il titolo nelle mie prime frasi. Non uso molti link nei miei post. Non mi collego spesso ai miei post a meno che non sia veramente relativo. Avendo letto un sacco di SEO articoli, potrei scrivere una lista di controllo degli elementi che ho dovrebbero fare con ogni post.

Non lo farò perché non scrivo per i motori di ricerca, ma per i lettori. Semplicemente non sembra sincero cambiare lo stile della mia finestra di dialogo in modo che alcune applicazioni software su alcuni web crawler possano estrarre le mie informazioni e indicizzare i miei articoli per le ricerche di parole chiave. Non mi interessa se il motore di ricerca può trovarmi più facilmente ... Mi interessa che il lettore apprezzi i miei post sul blog.

Dato che leggo quegli articoli da un po ', posso davvero notare quando altri blogger lo stanno facendo. Solo una parola di avvertimento a quei blogger: io salta la lettura molti dei tuoi post a causa di ciò. A volte smetto persino di iscrivermi.

Un altro modo per dirlo a questi blogger è tramite i loro commentatori ... tendi a vedere commentatori diversi ogni settimana che vai sul loro blog. Nessuna conversazione ... solo un commento qua e là ei lettori non tornano mai più. Mi piace davvero rivedere le stesse persone sul mio blog più e più volte. Sono diventato amico di molti dei miei visitatori, anche se non li ho mai incontrati personalmente.

Quelli di voi con esperienze di marketing diretto sanno che la ricerca su qualsiasi mezzo vi dice che è più difficile ottenere nuovi lettori che mantenere quelli esistenti. È una strategia controproducente quando scrivi per costruire il posizionamento nei motori di ricerca, ma i tuoi lettori non si divertono o non si attaccano al tuo blog. Devi continuare a ottimizzare e continuare a modificare per ottenere più risultati dai motori di ricerca.

Non scrivere per i motori di ricerca. Scrivi per i tuoi lettori.

Commenti

  1. 1
  2. 2

    Non mi collego spesso ai miei post a meno che non sia veramente relativo.

    Non mi collego quasi mai ai miei post. Questo perché la maggior parte delle volte i miei post non sembrano seguirsi. Di solito sono solo sull'argomento del momento, non avendo alcun collegamento (o poco, se del caso) ai post precedenti.

  3. 3

    Ho aperto un blog e ho pensato che avrei fatto proprio quella cosa, scrivere per ottenere il page rank e cose del genere, poi quando ho iniziato a scrivere, mi sono sentito come se non fossi io... Perché non lo era! Poi ho detto che se l'avrei fatto sarebbe stato alle mie condizioni e non ad altri. Scrivo sul blog da solo un mese e mi piace il fatto che sto costruendo relazioni e non collegamenti!

    • 4

      Grazie, Latimer! Ero appena passato sul tuo blog (penso che abbiamo un amico in comune – JD di Nero negli affari. Il tuo blog è scritto in modo molto ponderato... tocchi una serie di argomenti davvero esplosivi, ma fornisci rispettosamente la tua versione dell'argomento e lasci l'argomento aperto alla discussione.

      Ho letto molti articoli sulla blogosfera su ciò che tu dovrebbero sta facendo... e francamente penso che la maggior parte sia BS. È un po' come dire a qualcuno come si fa dovrebbero avere una conversazione con uno sconosciuto.

      Grazie per essere passato e per aver commentato!
      Doug

  4. 5

    Grazie per essere passato da Doug, come ho detto sul mio blog sono sempre aperto ad ascoltare tutte le opinioni e possiamo avere discussioni intelligenti su qualsiasi problema. Ancora una volta grazie per il commento.

  5. 6

    Doug,

    Volevo solo farti sapere che mi è piaciuto molto quello che hai detto in questo post. Ho appena iniziato il mio blog poco più di un mese fa e sto imparando costantemente come fare questa cosa, quindi il tuo consiglio aiuta davvero perché suona vero. Anche se ci sono appena stato un minuto, ho dovuto combattere la tentazione di fare QUALSIASI cosa per aumentare il conteggio. È come una dipendenza da crack o qualcosa del genere, sai? PIÙ lettori, devo semplicemente avere PIÙ LETTORI.

    Ma ora ho letto il tuo post e tutto mi torna in mente, come quella vocina tenuta prigioniera in fondo alla mia mente. Quello punito per aver senso. "Parla quello che sai, dillo come lo dici e loro verranno."

    Con le scuse, ovviamente, a "Field of Dreams".

  6. 7

    Grazie, Keith. Penso che tutti (anche al di fuori dei blog) cerchino il riconoscimento. Mi ritrovo anche a scrivere a volte chiedendomi come influirà sul mio SEO, link, digg, ecc. Uno dei motivi per cui ho scritto questo post è stato quello di mantenere me anche in linea!

  7. 8

    Keith,

    Buon post. Cerco di non scrivere per i motori di ricerca, ma devo ammettere che ci penso. In alcuni dei titoli dei miei post (se è relativo a un evento importante), dico che può essere raccolto dai motori di ricerca. Non lo faccio in modo da poter avere un numero elevato di visitatori del sito (ho altri modi per alimentare il mio ego). Lo faccio perché voglio che le persone leggano quello che ho da dire. Speriamo che tornino e partecipino alla discussione. Il blog è divertente. Incontro alcune persone fantastiche e imparo molto nel processo.

  8. 9
    • 10

      Paula

      C'è la possibilità che io possa sfidarti a fornire una tale dimostrazione? Non dubito che non sia possibile, penso che probabilmente ci siano modi per fare entrambe le cose. Tuttavia, non riesco a identificare alcun esempio. (Forse è perché l'autore ha fatto un ottimo lavoro nell'utilizzare entrambe le tecniche.)

      Mi piacerebbe vedere un post a caso scritto bene e confrontarlo con un post scritto bene E utilizza tecniche per i motori di ricerca.

      Grazie!
      Doug

  9. 11

    Ehi Doug –

    A rischio di sembrare totalmente autocelebrativo, ecco un pezzo che ho creato che sta ottenendo un buon traffico sui motori di ricerca e che è piaciuto anche ai miei lettori abituali:

    Regole del braccialetto senza lamentele: le stai rispettando?

    Ne ho alcuni così: solo a Dio sia la gloria!

    Anche se ammetto di sapere cosa intendi, a volte sono più favorevole alla SEO rispetto ai miei lettori abituali, ma sono contento che i miei lettori regolari continuino a tornare perché gli piaccio.

    È come se fossi con me TheThinkingBlog.com di Ilker Yoldas: Continuo a leggerlo solo perché mi piace, quindi potrebbe scrivere SEO e sarei ancora lì come suo lettore abituale!

    Abbi cura di te e grazie per aver risposto,
    Paula

    • 12

      Grazie, Paola. Spero che tu lo prenda nel modo giusto, ma penso che tu abbia contribuito a supportare effettivamente la mia premessa. La tua menzione del "braccialetto senza lamentele" diverse volte nei primi passaggi semplicemente non suona vera - si legge come se la SEO fosse la priorità piuttosto che come se stessi parlando con me.

      Il post è bellissimo, per favore non prendermi nel modo sbagliato. Ma tra 5 anni in cui i motori di ricerca possono diffondere dati di attualità senza la necessità di scrivere per loro – sarebbe questo un mezzo naturale per scrivere un post?

      Ironia della sorte, sono andato a questo post sul Thinking Blog e il primo paragrafo ha 21 collegamenti gratuiti in esso per il collegamento profondo al suo blog. Quei collegamenti sono puramente per i motori di ricerca, non per te e per me.

      Con tutto il dovuto rispetto!
      Doug

  10. 13

    Senza offesa; grazie per aver letto il mio post.

    E sì, certo che non lo farei ripetere e in grassetto frasi SEO importanti se non volevo che le persone li trovassero.

    Ahimè, questa è la vita di un SEO'er...

    Mi chiedo come cambierà l'intero gioco SEO-Google in futuro.

    Dovrebbe essere un viaggio affascinante...

  11. 15

    Basta leggere questo post e quanto tempestivo. Ho lasciato un incontro la scorsa settimana in cui un collega ha risposto a un'insinuazione che i nostri siti Web non sono di facile lettura affermando che “queste pagine non sono per i lettori. Queste pagine sono per i motori di ricerca”. Mi ha fatto grattarmi la testa per il fatto che siamo arrivati ​​così lontano nel percorso dell'ottimizzazione che qualcuno in realtà PREFERISCE che le pagine non vengano lette da esseri umani. Mi fa impazzire. Ottimizzare il più possibile durante la creazione di contenuti informativi sembra essere un'idea estranea. Inutile dire che ho inviato questo post ad alcune persone nella mia azienda.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.