La ricerca vocale è all'apice della trasformazione del commercio?

Amazon Echo

I Spettacolo di Amazon potrebbe essere il miglior acquisto che ho fatto negli ultimi 12 mesi. Ne ho acquistato uno per mia mamma, che vive a distanza e spesso ha problemi con la connettività mobile. Ora può semplicemente dire allo show di chiamarmi e faremo una videochiamata in pochi secondi. Mia madre lo adorava così tanto che ne ha acquistato uno per i suoi nipoti in modo da poter anche rimanere in contatto con loro. Sono anche in grado di farlo entrare e saluta il mio cane, Gambino, quando sono via per un po '. Mi vede, abbaia e in genere guarda dietro il dispositivo per vedere come diavolo mi ci trovo.

Homepod di mele è appena stato messo in vendita come opzione premium con un altoparlante intelligente e una stretta integrazione iOS. E Home page di Google è la soluzione conveniente con integrazione Android. Tutta la concorrenza è incredibile. Anche se sono un fan di Apple, temo che la cultura del controllo di Apple possa far perdere loro la battaglia vocale a lungo termine. Amazon ha un'architettura incredibilmente aperta e decine di migliaia di abilità già disponibile per interagire praticamente con qualsiasi servizio o dispositivo.

In una nota a margine

Torna al comportamento d'acquisto… Capgemini intervistati oltre 5,000 consumatori negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Francia e in Germania per scoprire come interagiscono con i dispositivi vocali, in particolare su comportamento d'acquisto. La ricerca quantitativa è stata integrata con discussioni di focus group con i consumatori di ogni paese, condotte virtualmente. Il sondaggio, così come le discussioni del focus group, presentava un sano mix di dati demografici e personalità dell'utente / non utente.

Gli assistenti vocali rivoluzioneranno completamente il modo in cui i marchi e i consumatori interagiscono tra loro. Ciò che rende gli assistenti vocali così eccitanti è che sono intrecciati nel tessuto delle nostre vite, offrendo una semplicità e una ricchezza di interazione che i consumatori non hanno mai sperimentato prima. I marchi che sono in grado di trarre vantaggio dall'enorme appetito dei consumatori per gli assistenti vocali non solo costruiranno relazioni più strette con i loro clienti, ma creeranno significative opportunità di crescita per se stessi. Mark Taylor, Chief Experience Officer, Digital Customer Experience practice, presso Capgemini

I risultati del sondaggio dei consumatori sul commercio vocale:

  1. Gli assistenti vocali rivoluzioneranno l'e-commerce - I consumatori stanno sviluppando una forte preferenza per l'interazione con le aziende tramite assistenti vocali. Gli utenti di assistenti vocali attualmente stanno spendendo il 3% della loro spesa totale dei consumatori tramite assistenti vocali, ma si prevede che aumenterà al 18% nei prossimi tre anni, riducendo la quota di negozi fisici (45%) e siti web (37%). Mentre lo streaming di musica e la ricerca di informazioni rimangono oggi gli usi più popolari per gli assistenti vocali, oltre un terzo degli intervistati (35%) li ha utilizzati anche per acquistare prodotti come generi alimentari, assistenza domiciliare e vestiti.
  2. I consumatori sono molto soddisfatti dell'esperienza dell'assistente vocale - I consumatori che utilizzano gli assistenti vocali sono molto positivi riguardo alla loro esperienza, con il 71% soddisfatto del proprio assistente vocale. In particolare, il 52% dei consumatori cita la comodità, la capacità di fare le cose a mani libere (48%) e l'automazione delle attività di acquisto di routine (41%) come i motivi principali per cui preferiscono utilizzare gli assistenti vocali su app mobili e siti web. Anche la capacità dell'assistente vocale di comprendere il proprio utente umano è fondamentale; L'81% degli utenti desidera che l'assistente vocale comprenda la propria dizione e il proprio accento.
  3. Gli assistenti vocali produrranno vantaggi concreti per rivenditori e marchi: I marchi che offrono buone esperienze di assistente vocale genereranno più affari e comunicazioni positive con il passaparola. Il rapporto ha rilevato che il 37% degli utenti di assistenti vocali condividerebbe un'esperienza positiva con amici e familiari e persino il 28% degli attuali non utenti vorrebbe effettuare transazioni più frequentemente con un marchio dopo un'esperienza positiva. Ciò equivale a un serio potenziale guadagno finanziario, poiché i consumatori sono disposti a spendere il 5% in più con un marchio dopo una buona esperienza con un assistente vocale

I risultati di Capgemini sono che le organizzazioni commerciali devono costruire un piano d'azione immediato per ideare un suono guidato dalla voce Commercio conversazionale strategia.

Scarica il documento

Commercio vocale

Divulgazione: sto usando i miei link di affiliazione in questo post!

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.