La marea crescente della VR nell'editoria e nel marketing

Zeiss VR One

Dall'inizio del marketing moderno, i marchi hanno capito che creare una connessione con gli utenti finali è il fulcro di una strategia di marketing di successo: creare qualcosa che suscita emozioni o fornisce un'esperienza spesso ha l'impressione più duratura.

Con i professionisti del marketing che si rivolgono sempre più a tattiche digitali e mobili, la capacità di connettersi con gli utenti finali in modo coinvolgente è diminuita. Tuttavia, la promessa della realtà virtuale (VR) come esperienza immersiva è sull'orlo di una svolta per editori, emittenti e operatori di marketing. In effetti, alcuni dei più grandi attori nel settore dei media si stanno immergendo in questa tecnologia prima che la maggior parte dei consumatori abbia il proprio visore VR. Sebbene la maggior parte degli americani non abbia ancora abbracciato l'idea di esplorare i mondi virtuali, i media stanno concentrando tempo e sforzi su come incorporare la realtà virtuale nella loro futura strategia di distribuzione dei contenuti, ed è saggio che i professionisti del marketing facciano lo stesso.

Perché? Mentre gli editori di media e gli operatori di marketing cercano il modo successivo per mettersi di fronte ai propri clienti e connettersi con loro a un livello più profondo, quale posto migliore per incontrare e attirare la loro attenzione se non all'interno di una piattaforma completamente immersiva accessibile da qualsiasi luogo? La realtà virtuale è la risposta.

Dagli eventi sportivi ai contenuti delle riviste, la tecnologia VR è pronta a cambiare radicalmente il modo in cui i consumatori sperimentano i media, ed ecco perché gli editori e gli operatori di marketing stanno salendo a bordo prima dell'adozione di massa:

Storytelling migliorato

Punti di notizie come il The Associated Press Il New York Times stanno producendo contenuti VR legati a storie avvincenti ed emozionanti. L'obiettivo della realtà virtuale avvicina i consumatori all'azione straziante o che scalda il cuore, fornendo un'esperienza multimediale che rasenta il cinematografico.

I brand marketer possono esplorare come diventare parte di queste storie, come sponsor o come parti coinvolgenti della storia stessa. Le storie emotive sono ciò che guida il più alto coinvolgimento degli spettatori, comandando condivisioni sui social media, traffico e commenti che assumono un effetto virale e fanno sì che le persone tornino per di più.

Promuovere i contenuti digitali

Con una lunga 84 per cento degli adulti americani utilizzando Internet e Il 68% possiede uno smartphone, il contenuto digitale viene consumato a un ritmo feroce. I consumatori richiedono l'accesso ai contenuti digitali e gli editori devono soddisfare il bisogno di gratificazione immediata del consumatore. Poiché sempre più persone si aspettano contenuti digitali a portata di mano, cercheranno anche il futuro ... ed è qui che entra in gioco la realtà virtuale.

La realtà virtuale porta i contenuti digitali a un livello superiore e sarà adottata per la prima volta da nativi digitali cresciuto con la tecnologia degli smartphone e i social media. Attraverso la realtà virtuale, questi consumatori possono visualizzare i contenuti in prima persona, diventare parte dell'azione e, in alcuni casi, essere coinvolti in una situazione tipo “scegli la tua avventura”.

Contenuto personalizzato

Immagina di poter "entrare" in una storia e scegliere da quale prospettiva e da quale angolazione visualizzare il contenuto? La realtà virtuale rende tutto ciò una realtà e le emittenti sono particolarmente interessate a questo aspetto della realtà virtuale, alla ricerca di come applicarlo all'industria sportiva multimiliardaria.

Gli appassionati di sport sono definiti fanatici per un motivo: sono una base di spettatori leali e appassionati che si sintonizzano costantemente per guardare le loro squadre preferite in TV e online. E se questi tifosi potessero vivere la partita in campo, guardandola con gli occhi del quarterback in attacco e dai sedili a 50 yard quando in difesa? Tecnologia VR all'avanguardia consente ai fan di vivere i giochi in modi non possibili con la televisione tradizionale.

Piuttosto che vivere un evento sportivo o un altro evento trasmesso da alcune angolazioni predeterminate, la realtà virtuale offre agli spettatori la possibilità di personalizzare i propri contenuti, e lo stesso vale per gli inserzionisti. Le esperienze del marchio possono essere incorporate nel mondo della realtà virtuale, offrendo agli spettatori la possibilità di scegliere ciò che vogliono vedere dagli inserzionisti. Assetato? Un venditore negli stand viene a intervalli, offrendo una marca specifica di bevanda e servendo impressioni del marchio.

La realtà virtuale gioca nella domanda di contenuti sia in tempo reale che immersivi, due cose che i nativi digitali hanno accettato oggi come standard dei media. Gli eventi live unidimensionali stanno cedendo il passo a esperienze tridimensionali in prima persona e la realtà virtuale sta guidando la carica. Gli editori e gli esperti di marketing esperti possono saltare sulla nave per cavalcare la marea crescente della realtà virtuale o correre il rischio di affondare nel fondo del mare infinito di contenuti digitali standard.

Zeiss VR One Plus per iPhone 6 Series Zeiss VR One Plus per iPhone 7 Series

Divulgazione: non abbiamo ricevuto alcun compenso per l'articolo, ma condividiamo i nostri link di affiliazione Amazon a Il pluripremiato auricolare VR di Zeiss.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.