Elenco di controllo: un elenco completo di oltre 40 passaggi per avviare con successo un nuovo sito Web, un negozio online o eseguire un aggiornamento del sito

Elenco di controllo per l'avvio del sito Web

Sia che io stia avviando un sito Web su un nuovo dominio o rilanciando un sito Web client, ci sono una serie di passaggi che devo adottare per garantire che il sito sia avviato correttamente e completamente accessibile agli utenti e ai motori di ricerca. Menzionerò alcuni esempi di plugin o applicazioni nel seguente articolo, ma questo non è un articolo specifico della piattaforma.

Questo articolo presuppone che tu abbia creato il sito in locale o in un'area di gestione temporanea e che tu stia lavorando per mettere in produzione il sito in cui è possibile accedervi pubblicamente.

Controlli preliminari al lancio del sito web

Durante la creazione in locale o in staging:

  1. integrazioni – Hai verificato tutte le integrazioni nel sito corrente e ti sei assicurato che siano configurate correttamente nel nuovo sito?
  2. Caratteristiche – Il tuo nuovo sito ha tutte le caratteristiche incorporato in esso che hai bisogno di comunicare efficacemente con i tuoi potenziali clienti e clienti?
  3. Reindirizzamenti di pagina – Verificare che le pagine a cui si è effettuato l'accesso in precedenza esistano o siano correttamente reindirizzate alle pagine del nuovo sito. Eseguo la scansione del sito esistente con Urlando Frog SEO Spider per ottenere un elenco completo delle pagine esistenti e controllare SEMRush per le pagine di destinazione a cui è stato eseguito il backlink in modo da poter garantire che il posizionamento non vada perso (e talvolta venga riguadagnato con la scoperta di vecchie pagine o risorse che erano state eliminate.
  4. Collegamenti interrotti – Controllo sia il sito esistente che il nuovo sito per eventuali collegamenti interrotti a pagine o risorse per garantire che il nuovo sito non abbia una navigazione interna o collegamenti che risulteranno in 404 pagine non trovate.
  5. Grammatica e ortografia – Non c'è niente di più imbarazzante che lanciare un nuovo sito con un errore di battitura. Non ci fidiamo di noi stessi su questo e utilizziamo sempre a grammatica e ortografia applicazione per verificare la copia su tutte le pagine e le e-mail.
  6. Compressione delle immagini - I comprimi tutte le immagini sul nuovo sito per assicurarmi di non aumentare significativamente i tempi di caricamento della pagina.
  7. Markup – Verifico che il markup delle mie pagine sia ottimizzato, garantendo un tag h1 per pagina, con un uso corretto degli elementi HTML5 come le divise, i piè di pagina, le intestazioni, i tag degli articoli, ecc.
  8. Rich Snippets – Convalido che tutto il mio markup rich snippet è valido e che tutte le informazioni sullo schema siano aggiornate, come indirizzo, orari, immagine dei social media, ecc.
  9. Branding – È probabile che tu stia lanciando un nuovo sito come parte del mantenimento del tuo marchio. Hai aggiornato tutte le menzioni visive e testuali del tuo marchio sul nuovo sito?
  10. Forme – Hai configurato e integrato tutti i moduli di contatto, e-mail opt-in e altri moduli necessari sul tuo sito?
  11. cellulare Responsive – Sebbene la maggior parte dei siti sia progettata su desktop, è essenziale utilizzare il tuo sito su un dispositivo mobile per garantire che le pagine siano completamente reattive e superino tutte test mobile reattivo.
  12. Mappa del sito – Mi assicuro che la mappa del sito XML per il sito sia stata creata correttamente per garantire che l'intero sito possa essere indicizzato dai motori di ricerca una volta che lo registro dopo essere andato in diretta.
  13. Controllo di grado – Scatto un'istantanea di come il sito attuale si posiziona nei motori di ricerca usando uno strumento come SEMRush.
  14. Numeri di telefono del collegamento ipertestuale – Esamino tutti i numeri di telefono sul sito e mi assicuro che lo siano collegato correttamente per utenti mobili.
  15. Etichettatura degli eventi – Mi assicuro che qualsiasi codice aggiunto per acquisire eventi di analisi (clic telefonici, invii di moduli, clic di invito all'azione) sia stato distribuito e funzionerà non appena il sito sarà attivo e l'analisi sarà abilitata.
  16. Accessibilità – Il tuo sito è stato testato per l'accessibilità da parte di persone con disabilità? O hai integrato un soluzione di accessibilità?
  17. accesso a – Hai impostato tutti gli utenti sul nuovo sito con le autorizzazioni appropriate? Hai fornito tutto l'accesso all'infrastruttura di cui hai bisogno al team interno nel caso in cui debbano accedervi?
  18. di riserva – Eseguo il backup del sito esistente in vista di qualsiasi tipo di catastrofe che possa richiederne il ripristino immediato.
  19. Piano di lancio – Hai informato tutte le persone responsabili della tempistica per il lancio, delle loro responsabilità e di come comunicherai tra loro su eventuali problemi? Questo dovrebbe includere un elenco di tester interni ed esterni per il sito.

Controlli in tempo reale del sito web

Non appena il sito sarà attivo:

  1. Certificato di sicurezza – Una volta che tutti i server DNS sono stati aggiornati e propagati con la posizione del nuovo sito, installo il certificato di sicurezza (SSL). Questo a volte richiede del tempo e non hai davvero molto controllo, ecco perché spesso lanciamo un sito al di fuori dei periodi di picco di utilizzo.
  2. di riserva – Ora eseguo il backup del sito appena lanciato per assicurarmi di avere una nuova copia del nuovo sito nel caso in cui si incasina qualcosa nel processo di avvio del sito. Saresti sorpreso di come una cosa semplice come rovinare a cerca e sostituisci può distruggere un sito appena lanciato. Dopo quasi ogni modifica da qui in poi eseguirò backup manuali.
  3. Cerca e sostituisci dominio – Se il sito si trovava su un server di staging, in genere sono presenti percorsi di dominio che devono essere aggiornati in tutto il sito. Utilizzando uno strumento di ricerca e sostituzione, aggiornerò il sito per assicurarmi che non esistano collegamenti all'area di staging e che tutti i riferimenti utilizzino una connessione sicura (https).
  4. Licenze – Se ho concesso in licenza temi, plug-in o altri strumenti, mi assicuro che il sito live sia registrato correttamente anziché il sito di staging in modo che tutto funzioni correttamente e possa essere aggiornato.
  5. SMTP – Configuro il sito per utilizzare un account di posta elettronica dell'ufficio per la messaggistica in uscita anziché il server, in genere con un Plugin SMTP.
  6. Test di conversione – Collaudo tutti i moduli sul sito per assicurarmi che i dati vengano acquisiti correttamente e passati attraverso qualsiasi integrazione. Se si tratta di un sito di e-commerce, in genere fornisco fondi ai tester in tutto il paese per testare ed effettuare acquisti di prodotti effettivi per garantire che l'elaborazione dei pagamenti e le integrazioni della spedizione funzionino. Ci assicuriamo inoltre che tutte le notifiche e-mail automatiche in uscita agli utenti e interne vengano ricevute.
  7. Tagging – Mi assicuro che Google Tag Manager sia installato correttamente sul sito e che Google Analytics si attivi. Ciò include il monitoraggio degli eventi come l'invio di moduli, l'avvio di chat o eventi di e-commerce.
  8. Caching – In genere, verifico la configurazione della cache sul sito, svuoto la cache e mi assicuro che il sito funzioni correttamente.
  9. Content Delivery Network – configuro a rete di distribuzione di contenuti (CDN) per aumentare la velocità del sito e degli asset geograficamente.
  10. Strisciare – Ancora una volta, usando Urlando Frog SEO Spider Eseguo la scansione del sito alla ricerca di eventuali errori o altri problemi di prestazioni.
  11. Robots.txt – Mi assicuro che non ci sia nulla che impedisca al sito di esistere accessibile dai motori di ricerca. Poiché i siti vengono sviluppati su aree di staging, i motori di ricerca sono spesso scoraggiati dall'indicizzare il sito. Quando vai in diretta, devi assicurarti che l'impostazione sia aggiornata.
  12. Motori di ricerca – Una volta che sono sicuro che il sito sia attivo e funzionante, registro il sito con Google Search Console e Bing Webmasters per assicurarmi che venga scansionato correttamente e che le mappe del sito vengano trovate.
  13. Registrazioni di sessioni – Installa una piattaforma per ottenere sessioni utente registrate e ottenere mappe di calore approfondite di come viene utilizzato il sito per vedere se c'è confusione.
  14. Avvia test – I tuoi team interni ed esterni dovrebbero ora amministrare i test del sito su dispositivi mobili e desktop e vari browser per assicurarsi che funzioni correttamente. Tutti i feedback dovrebbero arrivare in un repository centrale in cui ogni problema può essere prioritario e corretto.
  15. Audit SEO – Installo e configuro uno strumento come SEMRush per controllare e monitorare il sito per eventuali problemi.

Controlli postali sul sito web

Nei giorni successivi alla pubblicazione e dopo che il sito è stato attivo e ha ricevuto visitatori, continuo a lavorare per ottimizzare il sito:

  1. Promozione – Ci assicuriamo che il nuovo sito venga annunciato agli utenti esistenti, ai dipendenti e pubblicamente sui siti dei social media aziendali, accogliendo con favore il feedback di tutti! Ciò può includere anche le pubbliche relazioni e le campagne pubblicitarie per promuovere il lancio.
  2. Monitoraggio della console di ricerca – Monitoro quotidianamente Google Search Console e Bing Webmaster alla ricerca di eventuali problemi che potrebbero essere riscontrati sul sito.
  3. 404 Παρακολούθηση – Monitoro 404 pagine utilizzando Google Analytics o uno strumento interno come WordPress' RankMath SEO .
  4. Monitoraggio analitico – Esamino l'analisi ogni giorno alla ricerca di eventuali problemi che potrebbero verificarsi. Se si tratta di un sito sostitutivo, confronto spesso il comportamento dell'utente prima e dopo la pubblicazione. Ciò include il monitoraggio degli eventi di conversione.
  5. Monitoraggio del grado – La classifica del sito può oscillare selvaggiamente entro le prime due settimane dal lancio, quindi osservo la classifica un mese dopo che il sito è online SEMRush per vedere che non abbiamo avuto perdite significative e cercare opportunità per aumentare la classifica da qui in poi.
  6. Monitoraggio competitivo – Perché avere un nuovo sito se non stai cercando di conquistare una quota di mercato? Utilizzando uno strumento come SEMRush, impostiamo tutti i concorrenti rilevanti e quindi monitoriamo il posizionamento del sito rispetto al loro.
  7. I backup – Presumo che tu abbia una soluzione di backup e ripristino sul tuo sito per il futuro... ma deve far parte della tua lista di controllo per ogni evenienza! Per un sito come WordPress, utilizziamo Volano hosting gestito che dispone di backup e ripristini con un clic integrati e automatizzati.
  8. Segnalazione – Anche se in genere abbiamo rapporti mensili per i nostri clienti, durante un lancio come questo in genere riferiamo loro settimanalmente sulle prestazioni del sito. Inoltre, teniamo informati i team di lancio e i tester su tutti i problemi e le risoluzioni.

Se ti affidi a un'agenzia per lanciare il tuo sito, non lascerei a loro il compito di assicurarmi che tutto questo venga risolto. Saresti sorpreso di quanto facilmente una terza parte possa dimenticare alcune cose nel processo. Non lo dico perché penso che manchino le agenzie... è solo che sono affari tuoi e non loro, quindi devi prendere l'iniziativa per assicurarti che tutto sia compiuto!

Sarei anche negligente nell'offrire i servizi della mia azienda. Highbridge esegue un sacco di riprogettazioni di siti di grandi dimensioni, migrazioni di contenuti e e-commerce e integrazioni complesse.

Contattaci Highbridge

Disclosure: Martech Zone utilizza vari link di affiliazione in questo articolo.

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.