Script per password di emergenza di WordPress

wordpress

Ogni tanto, incontriamo un'azienda che ha WordPress ospitato su un server che non può inviare e-mail. Questo indica il destino quando hai perso la password di WordPress e devi accedere per recuperarla. WordPress memorizza la password crittografata, quindi anche avere accesso al database non aiuta. Ma se hai accesso al server tramite FTP, puoi effettivamente caricare uno script che te lo permetterà reimpostare la password amministrativa tramite una pagina. Ecco le informazioni dal sito:

Avvertenze

  1. Richiede che tu conosca il nome utente dell'amministratore.
  2. Aggiorna la password dell'amministratore e invia un'e-mail all'indirizzo e-mail dell'amministratore.
  3. Se non ricevi l'email, la password viene comunque modificata.
  4. inizialmente non si devi essere loggato per usarlo. Se potessi accedere, non avresti bisogno dello script.
  5. Inseriscilo nella radice della tua installazione di WordPress. Non caricarlo nella directory dei plugin di WordPress.
  6. Elimina lo script quando hai finito per motivi di sicurezza.

Istruzioni per l'uso

  1. Salva lo script seguente come file chiamato emergency.php nella root della tua installazione di WordPress (la stessa directory che contiene wp-config.php).
  2. Nel tuo browser, apri http://example.com/emergency.php.
  3. Come indicato, inserisci il nome utente dell'amministratore (solitamente admin) e la nuova password, quindi fai clic su Opzioni di aggiornamento. Viene visualizzato un messaggio che indica la password modificata. Viene inviata un'e-mail all'amministratore del blog con le informazioni sulla password modificata.
    Quando hai finito, elimina Emergency.php dal tuo server. Non lasciarlo sul tuo server perché qualcun altro potrebbe usarlo per cambiare la tua password.

Ecco il codice all'interno di un file di testo. Rinominare Emergency.txt in emergency.php e posizionalo nella root della tua installazione di WordPress. COME AVVISATO: rimuovere il file dopo l'uso!

Commenti

  1. 1
  2. 2

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.