Elenco di controllo per la manutenzione di WordPress: l'elenco definitivo di suggerimenti, strumenti e best practice

Elenco di controllo per la manutenzione di WordPress

Proprio oggi stavo incontrando due dei nostri clienti sulle loro installazioni di WordPress. Sono piuttosto indipendente dai fornitori riguardo ai sistemi di gestione dei contenuti. La popolarità complessiva di WordPress lo ha davvero aiutato poiché la maggior parte delle terze parti si integrerà con esso e l'ecosistema di temi e plug-in è il migliore che puoi ottenere. Ne ho sviluppati parecchi WordPress plugin, me stesso, per assistere i nostri clienti e supportare l'ecosistema.

Detto questo, non è privo di problemi, però. Perché è così popolare Content Management System, WordPress un obiettivo primario di hacker e spammer ovunque. E, a causa della sua facilità d'uso, è abbastanza facile costruire un'installazione gonfia che fa fermare i siti. Dato che le prestazioni sono così critiche al giorno d'oggi per l'usabilità e l'ottimizzazione della ricerca, questo non è di buon auspicio per molti siti.

Detto questo, è fantastico che ci siano persone come BigrockCoupon che hanno sviluppato infografiche complete per aiutare gli amministratori di WordPress. La loro infografica, Elenco di controllo per la manutenzione del sito Web WordPress, ha oltre 50 suggerimenti e pratiche essenziali per i proprietari di siti Web da programmare nel loro flusso di lavoro per prevenire problemi.

Ecco il mio elenco di manutenzione di WordPress

L'infografica ha un bel po 'di elementi in più, ma se li copri sei molto più avanti dei tuoi concorrenti! Mantengo anche un elenco dei file i migliori plugin per WordPress che abbiamo testato e implementato ... assicurati di aggiungerlo ai segnalibri!

  1. Esegui il backup del tuo database WordPress - Prima di fare qualsiasi cosa con WordPress, assicurati di disporre di ottimi backup che siano tenuti fuori sede. Questo è il motivo per cui utilizziamo WordPress Managed Hosting con Volano. Hanno backup automatici e manuali con ripristini con un clic. Non abbiamo mai dovuto configurare o abilitare nulla ... erano sempre lì!
  2. Dai un controllo a WordPress - Gestisci il tuo sito WP Checkup e troverai un sacco di cose da pulire con il tuo sito. Non tutti i problemi avranno un forte impatto su di te, ma ogni piccola ottimizzazione conta!
  3. Speed ​​Audit del sito web - Utilizzare PageSpeed ​​Insights di Google per analizzare le pagine per problemi di velocità.
  4. Controlla collegamenti interrotti - Avendo utilizzato una serie di strumenti online, non ho mai trovato niente di meglio di Urlando Frog SEO Spider per la scansione di siti alla ricerca di link interrotti. L'infografica consiglia di aggiungere un plug-in per farlo, ma ciò può degradare le tue prestazioni e metterti nei guai con il tuo host.
  5. Reindirizzamento 301 per collegamenti interrotti - Al di fuori dei nostri clienti ospitati con WPEngine, che ha una propria amministrazione di reindirizzamento, tutti i nostri clienti eseguono il Plugin di reindirizzamento.
  6. Aggiorna WordPress, temi e plugin all'ultima versione - Questo è solo essenziale al giorno d'oggi visti i problemi di sicurezza. Se sei una di quelle persone che sono preoccupate che l'aggiornamento di un plugin possa danneggiare il tuo sito, potresti voler cercare un nuovo plugin. Tutti gli sviluppatori hanno l'opportunità di testare i loro temi e plugin sulle prossime versioni di WordPress.
  7. Elimina commenti spam - Consiglio vivamente di ottenere jetpack e iscrivendoti ad Akismet per aiutarti.
  8. Elimina temi, immagini e plug-in attivi e inutilizzati - I plugin attivati ​​aggiungono più codice al tuo sito durante la pubblicazione. Questo sovraccarico può davvero rallentare il tuo sito, quindi il tuo approccio migliore è farne a meno.
  9. Cancella versioni e cestino - Più piccolo è il database, più veloci saranno le query per estrarre il contenuto. Assicurati di pulire regolarmente le versioni della pagina e dei post, nonché le pagine e i post eliminati.
  10. Monitoraggio della sicurezza del sito web - Volano Non siamo grandi fan dei plugin di sicurezza, consiglierei invece di andare con un ottimo host. Il loro team rimane al top della sicurezza senza il sovraccarico di prestazioni di un plug-in.
  11. Ottimizza le tabelle del database - Se hai installato diversi temi e plugin, la maggior parte di essi lascia i dati nel tuo database. Ciò può aumentare i problemi di prestazioni e aumentare i tempi di caricamento poiché i dati inutilizzati possono ancora essere interrogati e caricati indipendentemente dal fatto che siano visibili o meno. Il plugin elencato è piuttosto vecchio, lo consiglierei Pulizia avanzata del database.
  12. Ottimizzazione delle immagini - Le immagini non compresse possono influire gravemente sulle prestazioni del tuo sito. Amiamo Kraken e il suo plugin WordPress per la compressione delle nostre immagini.
  13. Controlla la funzionalità di attivazione e-mail e moduli di contatto - Gravity Forms Una volta abbiamo ricevuto un reclamo da un potenziale cliente che il loro sito appena lanciato aveva dei moduli ma non avevano ricevuto alcun lead. Quando abbiamo controllato il sito, abbiamo scoperto che i moduli erano fittizi e chiunque avesse contattato l'azienda inviata, ma i dati non sono mai andati da nessuna parte. Doloroso! Lo usiamo con OGNI cliente!
  14. Rivedi Google Analytics - È sempre sorprendente per i nostri clienti quanto poche delle loro pagine siano effettivamente indicizzate dai motori di ricerca o addirittura lette dai visitatori. Apprezziamo particolarmente Flusso utente, il rapporto che mostra come le persone navigano nel tuo sito.
  15. Controlla Google Search Console - Analytics mostra solo chi è effettivamente arrivato al tuo sito. E le persone che hanno visualizzato il tuo sito nei risultati di un motore di ricerca? Ebbene, Webmaster è lo strumento per vedere come Google vede il tuo sito in termini di salute, stabilità e nei risultati di ricerca. Tieni d'occhio i dati degli errori e prova a correggerli non appena vengono visualizzati.
  16. Aggiorna i tuoi contenuti - Nella stesura di questo post, ho aggiornato almeno una mezza dozzina di post a cui facevo riferimento per assicurarmi che fossero tenuti aggiornati. Rimarrai sorpreso dai problemi che si presentano sul tuo sito, come collegamenti a siti esterni che non esistono più, immagini che potrebbero avere problemi e solo contenuti obsoleti. Mantieni aggiornati i tuoi contenuti in modo che siano condivisi, indicizzati e di valore per il tuo pubblico.
  17. Revisione tag titolo e meta descrizione - Un ottimo modo per ottimizzare il tuo sito per i motori di ricerca è installare e configurare i plugin. I titoli aiuteranno la tua pagina a essere indicizzata correttamente per il contenuto, la sua rivelazione e le meta descrizioni invoglieranno gli utenti dei motori di ricerca a fare clic sul risultato del tuo annuncio.

Ecco l'infografica completa con oltre 50 suggerimenti e pratiche da BigrockCoupon!Elenco di controllo per la manutenzione di WordPress

Cosa ne pensi?

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.